|Analisi della gara del GP di Miami 2022:

Super Max Verstappen vince a Miami, 2-3 Ferrari.

F1 2022 GP di Miami -Max-Verstappen-indossa il casco NFL sul podio

Sconto e codice promozionale per i nostri lettori: Soluzione e politica sui cookie.

Super Max vince e convince, ad ogni gara conclusa arriva sempre primo!

Max Verstappen ha superato Charles Leclerc per ottenere una vittoria combattuta nel primo Gran Premio di Miami e ridurre il distacco dal suo rivale per il titolo di F1.

Max Verstappen ha scavalcato il polesitter Charles Leclerc e ha coperto una carica tardiva del pilota della Ferrari per ottenere la vittoria nel primo Gran Premio di Miami, una delle gare di Formula 1 più attese di tutti i tempi.

Il campione in carica ha fatto un lavoro leggero su Carlos Sainz all'inizio della gara di 57 giri e poi ha rapidamente spodestato Leclerc nel suo tentativo di ribaltare il deficit di punti, anche se il rischio di una safety car tardiva ha fatto sì che Verstappen dovesse coprire una minaccia crescente nel finale. Ma con il trionfo finale del pilota della Red Bull per quasi 3,8 secondi, si è conclusa la tendenza iniziale della stagione 2022 che vedeva Verstappen e Leclerc vincere a turno.

Dopo il successo di Imola, Verstappen ha conquistato una doppietta di vittorie - testimoniate dalle numerose celebrità presenti - in grande stile, salendo su un podio spettacolare all'ombra dell'Hard Rock Stadium. La Ferrari deve quindi trovare una risposta alla forza sempre maggiore della RB18 (anche se è ancora inaffidabile) per cercare di porre fine all'assenza di titoli a Maranello.

Altrove, i capelli tinti di Alexander Albon hanno portato ancora più prosperità: il pilota della Williams ha ottenuto un altro notevole piazzamento a punti, mentre George Russell ha continuato la sua striscia di piazzamenti nei primi cinque posti prevalendo su Lewis Hamilton.

Miami 2022 f1 2022, Gara: Verstappen resiste a Leclerc, 3° Sainz

LEGGI: COME FUNZIONA LA F1 DRS?

Verstappen non ha perso un briciolo di motivazione

Durante i test pre-stagionali, entrando per la prima volta nel paddock della F1 come campione in carica, Verstappen ha dichiarato di aver raggiunto il suo sogno. Aveva raggiunto l'apice del motorsport e non sentiva necessariamente il desiderio di continuare a vincere un titolo dopo l'altro.

Questo ha lasciato alcuni a mettere in dubbio la sua motivazione. Ma per il secondo turno consecutivo, non si è fatto scoraggiare da un po' di avversità. Al contrario, è stato spietato e ha preso il controllo del procedimento.

Dopo essere stato ostacolato da un problema di partenza nello sprint di Imola, il tempo di Verstappen per imparare il nuovo circuito di Miami è stato fortemente limitato da problemi di surriscaldamento nelle prove. Ha poi commesso un errore nel suo giro di lancio finale della Q3 e si è ritrovato in seconda fila sulla griglia di partenza. Ma è riuscito a passare rapidamente Sainz e a ridurre il distacco di 1,2 secondi da Leclerc, così al nono giro ha potuto sfruttare il DRS sul breve rettilineo d'arrivo per conquistare la prima posizione alla curva 1.

Leclerc è stato nuovamente ostacolato da pneumatici e velocità massima

Leclerc conserva il suo posto in testa al campionato grazie al secondo posto di Verstappen, ma ha ceduto altri 17 punti al suo rivale olandese che ora ha un vantaggio di 19 punti. Prima di Imola, tuttavia, il divario tra i due aveva raggiunto i 46 punti.

Mentre Leclerc ha commesso un grave errore in Italia, finendo in testacoda per un sicuro terzo posto, a Miami è sembrato massimizzare il ritmo della Ferrari ed è rimasto indietro rispetto a Verstappen a causa delle debolezze che il caricatore della F1-75 ha dimostrato finora.

Leclerc ha ammesso che il suo giro per la pole è stato buono piuttosto che ottimo, ma con Verstappen che ha rinunciato al suo giro finale dopo aver commesso un errore, la Ferrari ha colto il vantaggio. Ma come a Imola, quando la pioggia ha lavato via la gomma dalla pista, la superficie verde di Miami è sembrata aumentare la velocità con cui la Ferrari ha iniziato a soffrire di graining sui suoi pneumatici anteriori.

Il calo del ritmo, dovuto alla gestione della gomma da parte di Leclerc, ha permesso a Verstappen di avvicinarsi. Il tracciato della Florida, dominato dall'enorme rettilineo e dall'ampio settore finale ad alta velocità, si adattava anche alla potenza superiore della power unit Honda targata Red Bull.

Lo dimostrano le trappole di velocità in qualifica. La Red Bull ha superato in classifica Perez e Verstappen, mentre Leclerc è stato solo il 13° più veloce al cancelletto. Sainz era 18°. Così, quando la RB18 inseguitrice è stata dotata di DRS al nono giro, la vittoria è sfuggita a Leclerc.

LEGGI: L'AERODINAMICA DI UN'ALA POSTERIORE DI F1 - CFD SPIEGATO NEL MOTORSPORT

F1 2022 GP di Miami, risultati della gara - analisi della gara - commenti

LEGGI: CHE COS'È L'ANGOLO DI CASTER?

Analisi della gara: Miami GP F1 2022 - Su e giù.

SU

MAX VERSTAPPEN E RED BULL

Qualsiasi vittoria contro la rivale per il titolo è un ottimo risultato, soprattutto quando si cerca di recuperare uno svantaggio.

La vittoria di Max Verstappen a Miami, però, è ancora più preziosa per la sua natura di svolta.

Il venerdì ha ritenuto di aver fatto solo quattro o cinque giri di valore, tra problemi iniziati con una toccata al muro e finiti con l'incendio dei freni a causa di un tubo idraulico montato male. In Q3 ha cercato di capire il circuito e la sua configurazione.

Riuscire a rimontare questa situazione per infliggere alla Ferrari e a Charles Leclerc una sconfitta che sarebbe stata assolutamente netta senza la tardiva safety car fa ben sperare per la stagione della Red Bull da qui in avanti.

F1, GP Miami 2022: Verstappen vince negli Usa, Leclerc 2° e Sainz 3°

LEGGI:LA DEPORTANZA E L'EFFETTO SUOLO SPIEGATI

GEORGE RUSSELL

La tempistica della safety car può aver aiutato Russell, ma faceva parte di una strategia deliberata per correre a lungo con l'alta probabilità che qualcuno sbagliasse.

Ha resistito alle prime difficoltà delle gomme dure partendo dal 12° posto in griglia, perdendo posizioni e lottando con il suo vecchio team Williams. Ma ha mantenuto un comportamento pulito e si è impegnato in uno stint consistente che avrebbe portato a un solido piazzamento a punti anche senza la safety car.

Probabilmente ha reso il sorpasso di Lewis Hamilton più difficile del necessario, ma il risultato è stato lo stesso. Il quinto posto, dopo che in qualifica era sembrato un po' troppo in difficoltà, è incoraggiante, anche se non si è mai avvicinato al suo picco del venerdì.

LEGGI: COEFFICIENTE DI RESISTENZA AERODINAMICA DELLE FORME - RESISTENZA ALLA PRESSIONE E FATTORE DI FORMA

GP d'Australia F1 2022, podio per Russell e Mercedes, Melbourne

LEGGI: COS'È IL PORPOISING F1 SPIEGATO

GIÙ

FERRARI e CHARLES LECLERC

Alla fine si è trattato solo di una sconfitta di stretta misura per Leclerc, di un gratificante ritorno sul podio per Carlos Sainz e di punti importanti per entrambe le lotte per il campionato.

Quindi non è stato tutto negativo e "perdente" è un termine troppo duro.

Ma sono due sconfitte di fila, due gare in cui un rivale forte come la Red Bull è stato semplicemente più veloce. Due condizioni e layout di pista molto diversi.

Se questa è la tendenza, il vantaggio di punti non durerà a lungo.

Sainz si è schiantato durante le FP2 - Miami GP F1 2022

MICK SCHUMACHER

Il boss del team Haas, Guenther Steiner, ha suggerito questa settimana che le porte dei punti potrebbero aprirsi per Mick Schumacher una volta che avrà segnato per la prima volta in F1.

Probabilmente ha ragione. Ma che impatto avrà la perdita del primo posto a punti negli ultimi giri in una collisione con il suo amico e mentore Sebastian Vettel?

Schumacher non dovrebbe certo avere tutta la colpa della collisione, che potrebbe essere interpretata come una colpa del pilota o un incidente di gara. È solo un peccato, visti i tanti incidenti e le delusioni che ha collezionato da quando la Haas ha preso il ritmo, che l'incidente più costoso sia avvenuto in questo modo.

Brutto incidente per Mick Schumacher a Miami.

McLAREN

Un bel contrasto con il podio di Imola, visto che la McLaren non è riuscita a conquistare nemmeno un punto.

Norris è stato una vittima indifesa nell'incidente con Pierre Gasly, ma anche senza di esso sembrava che avrebbe ottenuto solo un paio di punti.

Daniel Ricciardo ha mostrato sprazzi di velocità e ha effettuato alcuni sorpassi azzardati, ma ha mancato di 3,5 secondi il punto finale in 11° posizione, prima di scendere in 13° posizione con una penalità per essere uscito di pista per stare davanti a Magnussen.

F1 2022, GP di Miami: Crash Norris-Gasly

LEGGI: CHE COS'È L'ANGOLO DI CASTER?

I 4 segreti del motore Mercedes. Analisi tecnica.

Classifica dei punti del Campionato mondiale di F1 2022 dopo il GP di Miami.

F1 2022 Classifica piloti dopo il GP di Miami: "Il divario tra Leclerc e Verstappen si riduce a 19 punti".

Dove volete condividere questo post?