Attack on Titan (1-3 stagioni): 88%

L'Attacco dei Giganti - Recensione e dove vederlo

La filosofia dell'attacco dei giganti + spiegazione

Recensione di Attack on Titan

In tempi recenti, il cosiddetto genere "Prison Break (Evasione dal carcere)" ha catturato l'attenzione del pubblico; pensiamo ad esempio alla La saga di Hunger Games o Maze Runner, entrambi parlano di civili intrappolati all'interno di una società circondata da mura. Per quanto riguarda la recente uscita di un anime, è sufficiente nominare The Promised Neverland (la nostra recensione è qui) in cui un gruppo di bambini viene imprigionato all'interno dell'orfanotrofio di Gracefield House e trattato come foraggio. Un tema comune di queste serie è il desiderio smoderato di raggiungere "l'esterno". Allora, cosa c'è di speciale in Attack on Titan (Attacco dei Giganti) (AoT)?

Attack on Titan. Gli elementi per una grande serie.

Aot stagione 1.

La serie anime prodotta da Studio Wit è composto da 3 stagioni. La prima, rilasciata nel 2013 (25 episodi) indagano a fondo il mondo in cui Eren, Mikasa e Armin sono costretti a lottare per la sopravvivenza. L'incubo dei Giganti si inserisce nella mente del pubblico fin dal primo episodio. La società gerarchica è divisa da tre muri principali: Wall Maria, Wall Rose e Wall Sheena. Nel mondo irrazionale di Attack on Titan, la paura di essere uccisi da quelle orrende creature spinge le persone ad accettare ogni situazione, anche la più oscura, pur di avere salva la vita. In una società che scopre continuamente il proprio istinto primitivo, anche il protagonista principale è indirizzato verso un percorso di vendetta. L'obiettivo principale diventa "Uccidere tutti i Giganti!”

Il nostro trio cresce rapidamente e si unisce al "Gruppo di ricerca". A questo punto sorgono una serie di interrogativi. Eren è in grado di diventare lui stesso un Gigante e la vera natura dei Giganti viene messa in discussione. Se i giganti non fossero così lontani dalla natura umana?

Sconto e codice promozionale per i nostri lettori: Soluzione e politica sui cookie.

Aot stagione 2.

Un numero sempre maggiore di misteri emerge nei 12 episodi della seconda stagione. Ci sono persone che possono trasformarsi in giganti, come Eren e Annie. Tuttavia, una fazione di questi Giganti (come Annie) è ostile agli umani. A questo punto il pubblico non sa a chi credere. Eren ha ricevuto dal padre una chiave per accedere al seminterrato dove sono nascoste importanti rivelazioni. In questa stagione, vengono introdotti i componenti del gruppo di ricerca, primo fra tutti l'epico Capitano Levi.

Aot stagione 3.

Quello di teoria della cospirazione è confermato quando a sorpresa, si scopre che la dinastia reale ha ingannato il popolo con un falso re. In quel momento, quando le vere intenzioni della famiglia Reiss diventano chiare, la trama subisce un altro colpo di scena. La terza stagione è il culmine (a questo punto) della serie. L'anime si è evoluto da una serie violenta e piena di splatter a una serie più matura. La lotta pura è bilanciata dall'ispezione psicologica dei personaggi. L'interazione reciproca tra i personaggi prende il giusto tempo sulla scena. A questo punto dell'anime, il pubblico ha alcuni elementi per comprendere i fatti accaduti nelle stagioni precedenti. Tuttavia, la parte del "vero" male non è ancora definita. Il nemico è davvero all'esterno l'Isola Paradiso? Oppure è tra il Gruppo di Ricerca?

Attacco al muro del Titano

La filosofia alla base dell'Attacco dei Giganti.

Una società soffocata dalla paura.

Una delle principali caratterizzazioni di Attack on Titan (Attacco dei Giganti) è l'ambientazione. I riferimenti al Totalitarismo tedesco sono evidenti. I Giganti sono eletti a vero e proprio male da affrontare. Tutte le risorse naturali, economiche e umane devono essere spese per vincere la battaglia. Sappiamo che sotto il regime totalitario è stato creato il concetto di "minaccia esterna" . Questo è stato uno degli obiettivi politici per ottenere il sostegno degli abitanti del Paese.

La differenziazione sociale tra le persone è una miscela artistica dell' età medievale e gli Germania degli anni '30. Il potere politico è, in realtà, esercitato dal re attraverso il potere militare. La milizia è divisa in tre divisioni: il"Gruppo di ricerca"che esplora il territorio umano fino a raggiungere aree ostili in un tentativo di espansione;il Corpo di Guarnigione, che pattuglia e mantiene le Mura, tenendo lontani i Titani e intervenendo per primi se il cancello viene distrutto; e il" Reggimento di Gendarmeria ", i soldati di rango superiore che fungono da guardie personali del CIC e mantengono l'ordine all'interno delle Mura. Inoltre, dobbiamo ricordare il valore del grado all'interno dei reggimenti.

Le forze militari impongono la loro volontà alla gente comune sfruttando l'abito dell'uniforme. Il modo in cui la gente rispetta le forze armate, il modo in cui i bambini lodano il Reggimento Scout sono il risultato di una propaganda di massa. Solo i membri del Gruppo di ricerca sono letteralmente congelati e si vergognano delle perdite che sono costretti ad affrontare in ogni missione. Gli elementi tipici di un totalitarismo è riportato nella radice tedesca dei nomi nei Reggimenti e sottolineato dalle aperture orgogliose dell'anime.

Filosofia di Attack on Titan

L'influenza di Thomas Hobbes: l'uomo come un lupo per gli altri.

Se vuoi vivere devi combattere" sono le parole pronunciate da Mikasa e che diventano uno dei motivi portanti della serie anime. Il mondo di AoT è un luogo crudele dove solo i più forti possono vivere. Questo è un sentimento provocatorio che ha portato a una condizione subumana. Gli esseri umani si trovano agli stessi livelli degli animali, poiché rispondono solo all'istinto di sopravvivenza (un tema che è stato trattato anche in Kiseiju - Parasite, di cui presto verrà pubblicata una recensione). Poiché gli esseri umani sono solo mostri (non diversi dai giganti), è necessario stabilire una regola per mantenere l'ordine. In contrapposizione alla visione aristotelica de "l'uomo come animale sociale", secondo Hobbes l'umanità è una guerra di tutti contro tutti, dove ogni singolo diventa un lupo per gli altri uomini.

Vuoi leggere Death Note: un finale controverso (Parte 2)?

Sconto e codice promozionale per i nostri lettori: Soluzione e politica sui cookie.

Sacrificio per una realizzazione superiore: lo stato etico di Hegel.

Al fine di contenere la spietatezza degli uomini (ricordiamo il proverbio latino "Un uomo è un lupo per un altro uomo"), un comune senso di "mandria" richiede di essere imposto nella mentalità delle persone. Per questo motivo, i Giganti diventano il perfetto capro espiatorio di tutti i mali. Si tratta di un meccanismo ben noto, a cui si è fatto riferimento anche in altri anime di successo (si pensi a Lelouch [Code Geass], per esempio). Ma qual è il trucco subdolo che spinge i cittadini ad accettare tutte le decisioni del governo centrale? In questo caso, nel concetto di stato etico, introdotto da Hegel. risiede. Lo Stato di Hegel è il culmine finale dell'incarnazione della libertà o del diritto. Lo Stato sostituisce la famiglia e la società civile e ne assolve i ruoli. In uno Stato hegeliano, i cittadini conoscono il loro posto e lo scelgono. Entrambi conoscono i loro obblighi e scelgono di adempierli. Per un individuo "il dovere supremo è quello di essere un membro dello Stato". L'affermazione di queste idee sulle persone permette di passare dai bisogni individuali di un uomo a quelli di una comunità.

Per questo motivo fondamentale, in Attack on Titan la missione suicida di centinaia di uomini per riprendere il controllo della città di. Wall Maria è accettato dai cittadini. Anche se sapevano che la missione aveva zero possibilità nessuno ha avuto il coraggio di ribellarsi. È la celebrazione dello stato hegeliano come più alto arbitro della libertà e della moralità.

Hegel e Hobbes: la distopia di Carl Schmitt.

Quando la visione dello stato etico di Hegel si fonde con la concezione malvagia dell'uomo in Hobbes, la società distopica di Carl Schmitt prende forma. Questo pensiero è alla base del moderno totalitarismo. I tre elementi principali necessari per costruire una società "stabile" sono:

  • Conflitto e disuguaglianza: le persone sono diverse e differenziate per rango, uniformi e separate da muri. Ricordiamo che un quartiere interno non è più sicuro di uno esterno, come abbiamo visto quando il gigante femmina (Annie) ha attaccato. L' ostilità è un comportamento intriseco dell'uomo (come afferma Hobbes).
  • Chiara distinzione tra amici e nemici: la menzogna su misura della minaccia esterna per creare una sentimento nazionalistico.
  • Sovranità:Nello stato di emergenza le leggi "normali" possono essere superate e i diritti di libertà sospesi.

Filosofia di Attack on Titan

Dove guardare gli episodi di Attack on Titan (streaming).

A seconda della vostra posizione, potete trovare Attack on Titan su queste piattaforme di streaming: Hulu, Netflix e Crunchyroll o Amazon Prime Video. Come è accaduto per One Piece, gli episodi sono disponibili anche su siti web gratuiti.

Se siete italiani, potete trovare Attack on Titan in versione doppiata anche su Amazon Prime, VVVID o Anime Unity.

Attack on Titan (Attacco dei Giganti). Osservazioni finali.

Un altro articolo incentrato sui personaggi riprenderà l'analisi di AoT. Ricordate le parole di Erwin "Qual è il vero nemico?" Nella seconda parte della seconda stagione, gran parte delle verità accettate si stanno sgretolando. Infatti, mentre il la vera natura dei Giganti viene rivelata, viene istituito un nuovo stato (sotto la Regina Historia) con un nuovo corso. È vero che il vero nemico risiede fuori dall'isola di Paradis? Oppure si nasconde all'interno il Gruppo di Ricerca?

Quello di colonne sonore inserite negli episodi sono adrenalina pura per il pubblico. La serie anime si è evoluta attraverso gli anni e diventare un prodotto più maturo ed equilibrato che ha incantato il grande pubblico. I disegni sono migliorati molto rispetto alla prima stagione e solo la rappresentazione in 3-D del Gigante Colossale può lasciare qualche perplessità. A questo punto, la trama sembrava essere ben concepita e organica. La tecnica della scatola misteriosa guida il pubblico episodio dopo episodio. Tuttavia, a volte il numero crescente di domande può causare un senso di frustrazione. Da questo punto di vista, uno show come Quello di The Promised Neverland dà un riscontro più immediato al pubblico (Stagione 1!!)

Aspettiamo la stagione 4 per tirare le fila conclusive di una serie che è già da non perdere!

Commento e condividi se ti è piaciuto l'articolo!

Le classifiche

Attacco a Titano (stagione 1-3)

COMPLESSITÀ E SIGNIFICATI NASCOSTI (TRAMA)
0%
COERENZA DELLA TRAMA
0%
SUONO E MUSICA
0%
GRAFICA E DISEGNI
0%
Dove volete condividere questo post?