Psycho-Pass (stagione 1): 83%

Psyco-Pass Spiegato: La giustizia del Sibyl System |Anime

Filosofia dell'anime Psycho-Pass

Tokyo 2112. Supponiamo che vi venga detto di vivere in una società in cui le azioni criminali possono essere prevenute in anticipo. In quel luogo, le persone vengono trattate come criminali ancor prima di compiere l'azione vera e propria. Nei 22 episodi di Psycho-Pass (stagione 1), i principali protagonisti della serie, Shinya Kōgami e Akane Tsunemori, dovranno affrontare costringerà lo spettatore a confrontarsi con temi impegnativi come il determinismo e la giustizia. Quali sono le implicazioni di una macchina che giudica le persone in anticipo? Queste domande molto filosofiche sono solo alcune di quelle che analizzeremo in questo articolo di analisi di Psycho-Pass.

Analisi dello Psycho Pass

Psycho-Pass: un percorso intimo attraverso il concetto di Società e Giustizia

Vuoi saperne di più su Psycho-Pass? Vediamo tutti i nostri articoli a riguardo!

La filosofia di Attack on Titan

L'ambientazione.

L'intera serie si svolge in una Tokyo futuristica del 2112. Il Giappone ha scelto l'isolazionismo economico in una società sempre più coinvolta negli sviluppi tecnologici. L'apice del progresso si manifesta nel Sistema Sibyl: un sistema ad alta tecnologia che agisce come giustizia. I giudizi vengono formulati in anticipo scansionando la mente delle persone. Dalla serie si evince che il responso non si basa su una semplice lettura della mente: il Sibyl tiene conto della probabilità che l'individuo diventi un criminale. Il sistema si basa sul cosiddetto "scansione cimatica" che considera l'atteggiamento attuale, lo stress in tempo reale e le esperienze passate. Tutti questi parametri vengono analizzati e il il risultato è un numero puro: il coefficiente di criminalità. Ogni volta che supera una soglia, la persona in questione necessita di cure mediche o, nel peggiore dei casi, viene uccisa.

Impostazione Psycho Pass

Le pressioni sociali, l'esperienza e l'atteggiamento personale determinano le azioni future della persona, ma sono le uniche cause?

Se rispondete sì, allora credete nel determinismo.

L'ambiente sociale ha un grande impatto sulle nostre decisioni future, come l'esperienza che abbiamo fatto durante la nostra vita. Entrambe le cose determinano il tuo stato di mentalità e lo stato di stress. Scientificamente, essi attivano e accendono diversi geni responsabili delle nostre azioni. Tuttavia, se si ammettono questi (l'esperienza e le pressioni esterne) come unici fattori scatenanti, allora le nostre azioni possono essere anticipate. Su questa base, è plausibile che un sistema di giudizio come il Sibyl System esista e funzioni senza commettere errori. Secondo questo visione deterministica, le persone sono semplici marionette, poiché il loro futuro (azione, lavoro) è prevedibile. In Psycho-Pass, il Sibyl Sytem non è infallibile; sono pochi i soggetti che si sottraggono alla logica del Sibyl: la i cosiddetti criminali asintomatici.

Il sistema Sibyl è difettoso: Shogo Makishima.

Nietzche PsychoPass in scala

Makishima (a sinistra) e Nietzsche (a destra)

La scansione cimatica non è in grado di giudicare "equamente" tutte le persone. Shogo Makishima rappresenta una di queste eccezioni: il suo coefficiente di criminalità rimane estremamente basso anche commettendo le azioni più terribili. In questa società ipercontrollata, il libero sviluppo delle persone è massicciamente frenato: anche l' arte con il suo potere di diffondere idee è un pericolo per la sicurezza pubblica. Come vediamo dall'episodio 4, il suo impatto è elevato sulle persone che ne entrano in contatto. In particolare, il sistema Sibyl, non può correre il rischio che qualcuno veicoli messaggi potenzialmente criminali.

I crimini e gli omicidi sono gli strumenti che Makishima usa per affermare la volontà umana. In effetti, Makishima abbraccia Il punto di vista di Nietzsche di "Superuomo" (Übermensch). Colui che si separa dalla folla e afferma il proprio essere (volontà di potenza). Il "superuomo" va oltre le affermazioni sociali. Questo spiega perché Makishima si sente solo tra le persone non mettono in discussione i valori stabiliti. Il Sistema Sibyl non è in grado di valutare Makishima: la "Superman" rifiuta le abitudini prescritte e la sua azione non sono determinati solo dal passato o dal presente, poiché egli tende al futuro, al "superuomo".

Makishima Shogo psychopass

Shogo Makishima (a sinistra) e Shinya Kogami (a destra)

Ispettori ed esecutori.

La presenza di cittadini che non possono essere individuati dal Sibyl System è il motivo per cui il dipartimento di pubblica sicurezza richiede forze speciali come gli Esecutori e i loro Ispettori. È un mondo che piace a 1984 per rendersi conto della sua imperfezione: la natura umana è necessaria per contrastare gli asintomatici criminali. È rilevante che il ruolo delle volpi sia assunto da "criminali latenti"(gli Enforcer) perché hanno sviluppato tendenze simili a quelle delle loro prede. Poiché gli Enforcer e i criminali "normali" non sono diversi davanti al giudizio di Sibyl, gli Insperctors sono necessari. Akane Tsunemori assume il ruolo di responsabile per le azioni di Kogami. Seguendo questo ragionamento, gli Ispettori agiscono come giudici in nome del Sistema Sibyl. In un mondo completamente (pre)determinato, il sistema di giudizio non può fare affidamento su unità umane come l'Unità Uno. Governato dalla sua razionalità, il Sistema Sibyl è consapevole della sua imperfezione. Per diventare più perfetto ha bisogno della mente più grande e di coloro che evitano l'algoritmo di scansione. per permettere al sistema di raggiungere una maggiore consapevolezza. È l'applicazione scientifica del metodo induttivo tramite l'uso di strumenti (acquisizione di nuovi dati, cioè gli asintomatici criminali) per estrarre i principi deduttivi che fondano la teoria giudicante della scansione cimatica.

Il sistema Sibilla

La vera natura del sistema Sybil

Chi sorveglierà i guardiani? Sibyl System e Società del controllo.

La società che il Sistema Sibyl vuole costruire è intimamente influenzata dalla filosofia di Platone. Si tratta di una società divisa in tre classi: i lavoratori (la gente comune, i concupiscibili), i guerrieri (Enforcers e Inspector, gli irascibili) e la governanti (Sistema Sibilla, il lato razionale). L'appartenenza a una classe o a un'altra dipende dalle capacità individuali. Come si vede, la visione della società di Platone è molto simile a quella adottata dal Sistema del Sibyl: una visione statica della società in cui tutto si basa su funzioni predefinite. Abbiamo appena detto che gli Ispettori sono gli strumenti diretti della Sibyl: quando il coefficiente di criminalità di un Ispettore sale, la "guardia non è più in grado di sorvegliare se stessa" e diventa un Esecutore. Questa è la risposta alla domanda "Chi sorveglierà i guardiani?".

La giustizia del Sistema Sibyl.

Il concetto fondamentale è che i migliori (i filosofi, cioè il Sistema del Sibyl) sono i governanti. Perché sono un' elite di sapienti, il loro risultato è sicuramente (secondo la prospettiva di Platone e della Sibilla) il migliore possibile per la società.

La giustizia è avere e fare ciò che è proprio.

- Platone

La giustizia è quindi armonia tra le parti che costituiscono lo Stato.

La risposta di Kant: Akane Tsunemori.

L'azione di Akane Tsunemori personifica la filosofia di Kant. Riconosce immediatamente i limiti del Dominatore: nel primo episodio ha salvato la vita a una donna il cui coefficiente di criminalità abilitava la configurazione "Lethal": tuttavia, la sua situazione mentale era dovuta alla situazione attuale che aveva vissuto. Akane è guidata da una personalità timida che abbraccia una pura razionalità. È consapevole dell'importante concetto di punizione del danno. Questo concetto ha portato alla seguente domanda.

Akane Tsunemori psychopass

Akane Tsunemori

È giusto giudicare e prendere provvedimenti prima che venga esercitata l'azione penale?

Psycho-Pass tratta anche questo argomento fondamentale: l'élite di cervelli che costituisce il Sistema Sibyl agisce prima che l'azione reale sia stata compiuta. È il punizione di uno stato mentale, è un divieto delle idee. La pericolosità di questo ragionamento è evidenziata da Karl Popper (da La società aperta e i suoi nemici): dal momento che la catena causale idea-effetto è difficile da stabilire, egli propone la punizione del danno. Altrimenti, permettere la punizione delle idee esporrebbe la società alla volontà dei governanti o a ciò che essi considerano giusto. Il comportamento dell'ispettore Tsunemori segue la filosofia di Kant: La giustizia è un imperativo categorico. Sappiamo che gli Imperativi categorici sono intrinsecamente validi e devono essere rispettati in ogni situazione e circostanza, se vogliamo che il nostro comportamento osservi la legge morale. Questa forte convinzione è la ragione profonda per cui Akane può mantenere il suo Psycho-Pass luminoso. Seguendo questa prospettiva, "la giustizia deve essere rispettata perché è giustizia", anche se la giustizia è quella del Sibyl.

Akane Tsunemori decide di vivere secondo giustizia.

Psycho-Pass: l'anime dello scontro tra filosofi giganti.

L'anime ha il merito di far crescere un' incredibile quantità di questioni etiche e sociali. Gli stessi temi che portano le diverse filosofie a scontrarsi e a confrontarsi. Da questo punto di vista, il messaggio è chiaro e lo spettatore è lasciato alle proprie considerazioni. Nonostante l'aspetto speculativo raggiunga vette molto alte, lo sviluppo dei personaggi lascia un senso di incompletezza. A mio parere, a livello di background dei personaggi e di intreccio della trama si sarebbe potuto fare qualcosa di più. Ecco perché considero questo lavoro leggermente al di sotto altri come Code Geass e Steins Gate. Il comparto grafico e sonoro è apprezzabile ma non eccezionale come in Full Metal Alchemisth Brotherhood. Il potenziale nascosto della filosofia contenuta in Psycho-Pass non viene sfruttato in tutte le sue potenzialità. Questo fatto può spingere ad estraniare il pubblico dai sentimenti interiori del personaggio. La storia è troppo spesso una sequenza di indagini poliziesche legate a causa-effetto che possono andare a scapito del coinvolgimento emotivo.

L'importanza e, allo stesso tempo, l'onere che Psycho-Pass deve sopportare è incluso nel Citazione di Pascal (Giustizia e Forza)

È giusto che si obbedisca a ciò che è giusto; è necessario che si obbedisca a ciò che è più forte. La giustizia senza potere è impotente; il potere senza giustizia è tirannico. La giustizia senza la forza è inutile, perché ci sono sempre dei trasgressori; la forza senza la giustizia è condannata. Dobbiamo quindi combinare giustizia e forza, e a tal fine rendere forte ciò che è giusto, o giusto ciò che è forte.

La giustizia è soggetta a contestazione; la potenza è facilmente riconoscibile e non è contestata. Perciò non possiamo dare forza alla giustizia, perché la forza ha sconfessato la giustizia e ha dichiarato che è lei stessa a essere giusta. E così, non potendo rendere forte ciò che è giusto, abbiamo reso giusto ciò che è forte.

- Shinya Kogami e Shogo Makishima (citando Blaise Pascal)

Giustizia e psico-passaggio

Leggete l'analisi del sequel, Psycho-Pass 2!

Le classifiche

Psycho-Pass (Stagione 1)

COMPLESSITÀ E SIGNIFICATI NASCOSTI (TRAMA)
0%
COERENZA DELLA TRAMA
0%
SUONO E MUSICA
0%
GRAFICA E DISEGNI
0%
Dove volete condividere questo post?