Perché la seconda stagione di The Promised Neverland è un disastro

La stagione 2 di Promised Neverland è davvero così brutta?

The Promised Neverland 2 si è finalmente concluso. È arrivato il momento della valutazione finale del sequel di The Promised Neverland, andato in onda dall'8 gennaio 2021 e conclusosi il 26 marzo 2021. La prima stagione di The Promised Neverland è stata una delle serie anime più interessanti degli ultimi anni, in quanto abbiamo lodato il lavoro svolto da Cloverworks nei nostri articoli relativi a The Promised Neverland. Nonostante la misera stagione 2, abbiamo inserito The Promised Neverland (stagione 1) in cima alla nostra classifica ANIME TOP da guardare assolutamente.

la-promessa-neverlandia-2-è-cattiva

Perché la seconda stagione di The Promised Neverland è un disastro.

Quello di Promised Neverland stagione 2 peggiora di episodio in episodio. Il sequel, composto da 11 episodi, riparte da dove era stata lasciata la storia di Norman, Ray ed Emma: la fuga dalla Grace Field House. Tuttavia, The Promised Neverland 2 fallisce come produzione anime incapace di ricreare l'atmosfera emozionante e il background psicologico dei personaggi. The Promised Neverland stagione 2 sta ricevendo un'incredibile quantità di voti negativi da parte dei fan (ad esempio su myAnimeList) perché ha deluso sia gli amanti degli anime che i lettori di manga. Il motivo è facilmente intuibile: La seconda stagione di The Promised Neverland ha un narrazione frettolosa che cancella una parte fondamentale della storia del manga originale.

Perché The Promised Neverland 2 ha deluso i lettori del manga.

All'interno dell'industria degli anime c'è l'infinito dibattito sulla adattamento anime dal manga. Nella maggior parte dei casi, i fan di una serie anime vorrebbero un adattamento 1:1 della trama nell'anime, anche se è difficile da ottenere. Tuttavia, nel caso della seconda stagione di The Promised Neverland, il problema è molto più grande. Un adattamento decente della storia originale del manga non avrebbe potuto essere realizzato in soli 11 episodi. Infatti, la serie animata rovina la narrazione e il racconto psicologico con l'unico scopo di concludere sommariamente gli eventi originali di The Promised Neverland (manga). Dal confronto dei volumi coperti dalle due stagioni diventa chiaro il motivo per cui il sequel del 2021 ha suscitato il sentimento negativo dei fan.

  • The Promised Neverland stagione 1: 12 episodi coprono i capitoli 1-37 del manga
  • The Promised Neverland stagione 2: 11 episodi coprono i capitoli 38-188 del manga

Gli archi del manga saltati nella seconda stagione di The Promised Neverland.

Un adattamento fedele del manga è sempre difficile a causa delle diverse strategie narrative che differenziano sceneggiature e produzioni cinematografiche. Nel caso di The Promised Neverland, il fatto di aver saltato alcuni archi narrativi del manga ha danneggiato notevolmente la serie anime. Vediamo nel dettaglio quali sono gli archi narrativi più importanti del manga saltati dall'anime.

La rimozione dell'arco di Goldy Pond.

Quello di Goldy Pond era uno degli archi più snervanti e interessanti del manga. L'abilità dello Studio Cloverworks nell'animare l'azione e il brivido avrebbe potuto accendere l'entusiasmo dei fan. È stato un arco inquietante, con molti personaggi introdotti e la loro vulnerabilità ispezionata. Gli orrori dell'arco Goldy Pond avrebbroe potuto essere tradotti bene nell'anime.

the-poachers-the-promised-neverland-stagione-2

I bracconieri dell'Isola che non c'è (manga)

La seconda stagione di The Promised Neverland spazza via i Pouchers, Lucas e Yugo.

La banda dei Pouchers non viene mai menzionata nell'anime e anche i graffi insanguinati sullo Shelter B06-32 sono stati alterati. Infatti, nel manga, al posto della sola parola "AIUTO", sono stati forniti ulteriori suggerimenti. Sulla carta è stato chiarito un elenco di nomi e un chiaro riferimento ai cacciatori (i Pouncher).

Il contributo scomparso di "Mister" Yugo e Lucas.

Yugo e Lucas sono due personaggi fondamentali per lo sviluppo della trama del manga di The Promised Neverland. Infatti, nella seconda stagione di The Promised Neverland Emma e gli orfani trovano il Rifugio B06-32 senza alcuna traccia umana al suo interno. Nel manga, invece, i fuggitivi di Grace Field vi trovano "Mister" che rivelerà il suo nome più avanti nella storia. "Mister" (che in seguito rivelerà a Emma che il suo vero nome è 'Yugo') è inizialmente ostile ai nuovi visitatori mentre riveste un ruolo paterno ruolo sui seguenti personaggi. Il suo sacrificio e quello del suo amico Lucas ha un impatto inestimabile sulla psicologia di Emma e Ray.

Yugo L'isola promessa 2 manga

Yugo dell'Isola che non c'è stagione 2 (manga)

Il colpo di scena di Norman e il ritorno strapazzato nell'anime The Promised Neverland 2.

La catarsi di Norman alla fine dell'episodio 8 si rivela troppo influente sulle decisioni di Norman. Infatti, nel manga si pente di aver tentato il genocidio, ma decisamente non si rimpiange di aver massacrato la famiglia reale. I membri della famiglia reale e il conflitto con il re sono solo accennati nell'anime, mentre sono i veri cattivi della storia, il cui dominio oppressivo fa sì che gli altri demoni dipendano dalle fattorie.

Il ritorno di Norman nel manga è stato uno dei migliori colpi di scena della serie. Tuttavia, nell'anime, tutto è stato affrettato. Il pubblico non ha avuto il tempo di sentire la mancanza di Norman e la sua apparizione è sembrata molto avventata, troppo conveniente. Norman è stato reintrodotto insieme a Emma e Ray troppo presto nell'anime senza le necessarie precauzioni.

Lo sviluppo superficiale dei personaggi nella seconda stagione di The Promised Neverland: Isabella e Vylk.

Il vecchio demone cieco, Vylk, è un "sangue malvagio". Mentre Sonju e Mujika sono stati costretti a nascondersi a causa delle persecuzioni, Vylk è riuscito a portare avanti i suoi affari nella normale società dei demoni per 700 anni. La decisione di Vylk di aiutare Emma sembra una scelta di trama facile e troppo comoda. La sua presenza rende meno importante il ruolo di Sonju e Mujika a causa del potere del suo "sangue malvagio".

La promozione di Isabella a nonna non ha senso.

Isabella : il personaggio entra in scena nell'episodio 4 (L'isola che non c'è, stagione 2) in cui le viene chiesto di trovare i "suoi" bambini. Questa richiesta da parte dei demoni rimane in sospeso per diversi episodi dell'anime e non ha senso. Infatti, quando il pubblico incontra Isabella negli episodi successivi, è già stata promossa a nonna, senza completare il compito.

Il fastidio di Peter Ratri in The Promised Neverland 2.

Un altro personaggio che è stato rovinato dalla versione anime è Peter Ratri. In effetti, la pessima scrittura della serie animata non trasmette la paura di un personaggio "malvagio" come dovrebbe essere P. Ratri. La versione manga di Peter Ratri non si sarebbe affidata solo alle "mamme" per far funzionare il suo piano. P. Ratri è in grado di agire da solo per contrastare il piano di Norman. Di sicuro, l'inganno di Vincent non sarebbe dovuto bastare per battere il sostenitore della Promessa tra esseri umani e demoni. Anche il rapporto con il fratello (James Ratri, detto "William Minerva") è affrettato e completamente denaturato.

Perché The Promised Neverland 2 è un disastro

La seconda stagione di The Promised Neverland è pessima anche per gli amanti degli anime.

Nonostante le differenze sopra citate con il manga, la seconda stagione di The Promised Neverland avrebbe potuto essere molto meglio. La sensazione che abbiamo è quella di un gioiello prezioso che viene rovinato. Considerando il numero limitato di episodi (11+1 episodio riassuntivo) anche il percorso di una trama completamente originale avrebbe dovuto essere adeguato. Una tale decisione di sviluppo, tuttavia, avrebbe dovuto conservare l'essenza di The Promised Neverland.

The Promised Neverland stagione 2: design dei personaggi, musica e grafica.

In The Promised Neverland stagione 2, i personaggi principali hanno perso le loro caratteristiche uniche. Tutti i nodi della trama sono controllati dalla volontà di Emma, rendendo il personaggio di Ray una piatta ombra accanto a lei. Anche la mente logica e astuta di Norman sembra essere leggermente offuscata nella seconda stagione. In poche parole, The Promised Neverland 2 non trasmette vere emozioni al pubblico. Durante la stagione 1, il pubblico ha apprezzato ogni momento della battaglia mentale con "mamma" Isabella, grazie all'atmosfera elettrica ed emozionante creata in ogni scena.

il-promesso-neverland-2-cattivo-anime

I graffi insanguinati all'interno del rifugio in The Promised Neverland stagione 2 (anime)

La musica e il design grafico di The Promised Neverland 2.

Il comparto tecnico di The Promised Neverland 2 non è eccellente. Mentre la prima stagione è stata apprezzata dai fan per le colonne sonore emozionanti e il design chiaro, nella seconda stagione il pubblico è costretto a sperimentare un misero mixaggio frettoloso degli strumenti della stagione precedente. La qualità dei disegni è stata ulteriormente danneggiata dall'uso della computer grafica CGI.

The Promised Neverland 2 avrà una terza stagione?

Al momento in cui scriviamo non è stata annunciata una nuova stagione di The Promised Neverland. Tuttavia, è improbabile che The Promised Neverland abbia un'altra stagione a breve per almeno due motivi. Il primo è che il titolo è stato oggetto di un sentimento negativo da parte del mondo degli anime. La delusione è stata così ampia che l'hashtag #thepromisedneverland è diventato una tendenza negli Stati Uniti dopo la pubblicazione dell'ultimo episodio.

The Promised Neverland avrà un reboot?

Il secondo motivo è legato al fatto che anche una stagione di reboot è improbabile che venga rilasciata a breve. In effetti, possiamo citare due adattamenti di manga in anime che hanno ricevuto un reboot: FullMetal Alchemist e Fruits Basket. Queste due serie hanno una differenza sostanziale conThe Promised Neverland. Hanno ricevuto un reboot anime perché la prima serie animata è stata sviluppata insieme al manga. Quando l'episodio dell'anime ha coperto i capitoli del manga disponibili, la storia dell'anime si è separata da quella del manga. Per questo motivo, in entrambi i casi, è stato realizzato un reboot/adattamento dell'anime per rendere la serie animata più vicina alla storia originale del manga. Non è il caso di The Promised Neverland, con l'ultimo volume pubblicato nel giugno 2020. L'adattamento anime è stato realizzato quando la storia del manga originale era già completa, nonostante il breve tempo intercorso tra l'uscita dell'anime e la fine del manga.

Un vergognoso modello di speculazione: The Promised Neverland 2.

Finire il più velocemente possibile per incassare uno stipendio. Questo è il motivo principale di The Promised Neverland 2. Ogni aspetto dell'anime è affrettato: le rigide interpretazioni vocali, la colonna sonora riciclata e mal mixata. Vengono riutilizzate le stesse espressioni facciali, le animazioni dei personaggi, gli sfondi e i mostri in CGI. In un mondo in cui la busta paga è la cosa più importante, The Promised Neverland 2 ha cavalcato l'onda dell'entusiasmo della prima stagione e il risultato è un prodotto di bassa qualità con un alto tasso di vendita. La seconda stagione di The Promised Neverland è il successore spirituale di Tokyo Ghoul: Root A (leggi la recensione di Tokyo Ghoul -qui-). Si tratterà di una strategia commerciale per vendere più volumi del manga anche ai seguaci dell'anime della serie?

Dove volete condividere questo post?