Max Verstappen è il nuovo campione del mondo di F1 dopo aver superato Lewis Hamilton all'ultimo giro

F1 GP Abu Dhabi 2021 - analisi della gara

MAX VERSTAPPEN è il nuovo campione del mondo di F1 2021!

Sconto e codice promozionale per i nostri lettori: Soluzione e politica sui cookie.

Max Verstappen conquista il titolo all'ultimo giro della stagione in uno dei finali più drammatici di sempre

Max Verstappen ha vinto il suo primo Campionato del Mondo Piloti alla fine di una delle le più drammatiche decisioni sul titolo nella storia della Formula 1, superando il rivale Lewis Hamilton e conquistando la testa della corsa e la vittoria all'ultimo giro di un emozionante Gran Premio di Abu Dhabi.
Con 54 giri della gara e con Hamilton in un vantaggio apparentemente confortevole di 11 secondi, le possibilità di Max di vincere il campionato del mondo sembravano finite. Nicholas Latifi della Williams si è ritirato e l'uscita della safety car, Max ha avuto un'altra possibilità.
Max si è fermato ai box, ha montato le gomme morbide e, quando la safety car ha lasciato la pista, ha superato Hamilton alla quinta curva, anche se il britannico ha reagito sul rettilineo successivo. Tuttavia, Max ha resistito e ha conquistato la sua decima vittoria dell'anno e, soprattutto, la sua prima corona mondiale e il primo titolo piloti della squadra dal 2013.

LEGGI: CALCOLATORE GRATUITO DEL PRECARICO DI VITI E BULLONI - STRUMENTO DI CALCOLO MECCANICO - COPPIA DI SERRAGGIO

A 24 anni Verstappen diventa il primo vincitore di un titolo piloti in Olanda e il quarto più giovane della storia, dopo Fernando Alonso, lo stesso Hamilton e il predecessore della Red Bull. Sebastian Vettel.

Come ha fatto? Con gli sfidanti del campionato di F1 a pari punti in vista dell'ultima gara solo per la seconda volta in 71 anni, Max ha preso d'assalto le qualifiche del sabato conquistando la pole con quasi quattro decimi di vantaggio. Ma nonostante abbia iniziato il gran premio con il pneumatico "medio" più duro, è stato Hamilton a passare in testa alla prima curva.
 IL CAMPIONE DEL MONDO MAX VERSTAPPEN

Lewis Hamilton si congratula con il nuovo campione del mondo Max Verstappen

Hamilton è rimasto sconfortato dopo il risultato e ha reagito dopo che Verstappen gli ha negato un'ottava vittoria da record.

Hamilton ha dichiarato a Sky Sport:

"Innanzitutto, congratulazioni a Max e al suo team.

Penso che abbiamo fatto un lavoro straordinario quest'anno. Il mio team, tutti quelli che lavorano in fabbrica, hanno lavorato duramente per tutto l'anno, è stata la stagione più difficile. Sono molto orgoglioso di loro e sono grato di aver partecipato a questo viaggio con loro.

Nell'ultima parte della stagione abbiamo dato il massimo e non abbiamo mai mollato".

Il risultato ha lasciato di stucco la Mercedes dopo che una safety car in ritardo ha portato a un finale sorprendente.

Risultati della gara. F1 GP Abu Dhabi 2021.

risultati di gara abu dhabi 2021 Versttappen campione

Lewis Hamilton, tamponamento su Mazepin: il britannico si salva, non ci sono sanzioni

Tira un sospiro di sollievo anche Lewis Hamilton, che non ha ricevuto alcuna penalità sulla griglia di partenza del GP di Abu Dhabi 2021, ultima tappa del Mondiale di F1 disputata sul tracciato di Yas Marina. Il britannico è stato infatti protagonista di un impeding ai danni di Nikita Mazepin (piuttosto evidente) quando mancavano una decina di minuti alla fine delle prove libere 3: l'alfiere della Mercedes ha ostacolato il russo della Haas in uscita dalla corsia dei box.

Lewis Hamilton ha rischiato un'ammonizione e, poiché sarebbe stata la terza della stagione, avrebbe dovuto scontare una penalità di dieci posizioni sulla griglia di partenza della gara di domani. I commissari di gara hanno deciso di non procedere e così il sette volte campione del mondo si è salvato.

Hamilton è stato protagonista di un impedimento contro Nikita Mazepin (evidente)

Un'altra controversia: Hamilton e Verstappen duellano al primo giro mentre inizia il finale di stagione decisivo per il titolo.

Gli appassionati di F1 erano pronti a vivere momenti di tensione nel finale di stagione del Gran Premio di Abu Dhabi. E li hanno avuti subito, quando i protagonisti del titolo Lewis Hamilton e Max Verstappen si sono sfidati nel giro di apertura a Yas Marina.

Con una partenza da P2 sulla griglia, Hamilton ha saltato con abilità il pole-sitter Verstappen e ha preso il comando.

Ma un affondo di Verstappen alla curva 6 ha visto Hamilton prendere la rincorsa, con il pilota della Mercedes che è poi riemerso in testa. Nonostante le proteste di Verstappen, che ha chiesto a Hamilton di restituirgli la posizione, i commissari hanno poi deciso che non era necessaria alcuna indagine.

Guarda il video qui!

La Mercedes non può perdere e protesta

Il pilota della Red Bull ha avuto bisogno di "un miracolo", secondo il boss del team Christian Horner, trovandosi a 11 secondi da Lewis Hamilton a pochi giri dalla fine, prima che un incidente di Nicholas Latifi costringesse la safety car.Un grave incidente riduce il divario nella corsa al titolo

Il direttore di gara Michael Masi ha deciso all'ultimo secondo di permettere ad alcune vetture di sorpassare la safety car, dopo aver detto che non potevano farlo, e questo ha portato Verstappen direttamente dietro a Hamilton con gomme morbide fresche (come da regolamento e come è sempre stato fatto).

Wolff si sfoga con il direttore di gara via radio

Masi had to call the safety car because Latifi’s car was in full trajectory. Once the car had been moved the race was right to resume (otherwise it favored hamilton as the last laps could still happen something, in the racing world). Masi certainly has his motivations to explain for what happened with the cars that have to be split (as always, why did he want to leave them between Hamilton and Verstappen this time?).
Inoltre, chi ritiene che Hamilton sia stato "derubato" da Masi ha chiuso un occhio già al primo giro nei suoi confronti, visto che ha preso un grosso GAP tagliando la curva e questo non è assolutamente corretto.

Solo la Mercedes, poi, si permette di alzare così tanto la voce con la direzione di gara in modo poco gentile, nonostante le poche penalità comminate a Hamilton.
Detto questo, la Mercedes non è ancora a posto e ha presentato due reclami alla direzione gara, entrambi respinti.

MAX VERSTAPPEN CAMPIONE DEL MONDO

"È una sensazione incredibile essere campione del mondo e non avrei potuto chiedere un'ultima gara più folle dell'anno. È stata un po' una montagna russa, dal momento in cui non avevo alcuna possibilità di vincere fino all'ultimo giro, tutto si è riunito e abbiamo dovuto fare il salto di qualità. Ho continuato a ripetermi che avrei dato il massimo e l'ho fatto fino all'ultimo giro, e così è stato.
Naturalmente, con la ripartenza della safety car nell'ultimo giro avevamo le gomme più fresche, ma bisognava comunque fare la mossa, e per fortuna è andata bene. Voglio ringraziare Checo, perché grazie alla sua prestazione di oggi ho vinto il campionato, lui stava guidando con il cuore in mano per questa squadra. Oggi ha dimostrato esattamente cosa sia il grande lavoro di squadra, è un compagno di squadra straordinario.
La Mercedes ha vinto il Campionato Costruttori e noi il Campionato Piloti, quindi questo dimostra che durante tutto l'anno ci siamo spinti l'un l'altro fino alla fine. Lewis è un pilota straordinario, non si discute. Naturalmente, abbiamo avuto i nostri momenti nel corso della stagione, ma penso che, al netto di tutto, abbiamo avuto una lotta incredibile in questa stagione e credo che entrambe le squadre abbiano dato il massimo".

A BORDO: Ascoltate la radio completa del team mentre Max Verstappen vince il campionato del mondo: qui!

SERGIO PEREZ "è una leggenda"!!!

Sergio Perez si scontra con Lewis Hamilton nel GP di Abu Dhabi 2021

"Prima di tutto, sono estremamente felice per Max e per questa squadra, perché hanno lavorato duramente per tutto l'anno e per molti anni. Max si merita davvero questo campionato con il livello di guida che ha raggiunto. Sono molto felice di contribuire al suo titolo come compagno di squadra, è stato un compagno di squadra straordinario e un ragazzo fantastico, non potrei essere più felice per lui.
Lewis aveva il controllo della gara e Max era a circa 10 secondi di distanza, quindi sono estremamente felice di aver potuto fare qualcosa per aiutare il risultato. Avevo gomme molto vecchie, quindi non potevo fare molto, ma sono riuscito a togliere un paio di secondi a Lewis, il che è stato fondamentale e ha avuto un impatto sulla gara. Non si vuole essere coinvolti nel loro campionato e nella loro battaglia, per la quale hanno lavorato duramente per essere in questo momento, ma questa è la mia squadra, l'ho fatto per la mia squadra e per Max.
Credo che il secondo posto fosse possibile per me oggi, per come si è conclusa la gara, ma ho dovuto ritirarmi perché la mia macchina non era in ottime condizioni e avrebbe potuto creare un'altra safety car. Alla fine è un peccato non aver conquistato il titolo Costruzioni, ma sono estremamente soddisfatto del lavoro svolto in questa stagione".

LEGGI: PNEUMATICI: COS'È IL BLISTERING E IL GRAINING

Binotto spiega il terzo posto dei costruttori: "È importante avere due piloti in grado di andare sempre a punti".

"La sensazione è che ci siano tante incognite legate al 2022", ha continuato Binotto. "Regolamenti completamente diversi non ci forniscono punti di riferimento. Non sappiamo cosa fanno gli altri, a che punto sono... Non abbiamo nemmeno una base su cui ragionare. In questo momento c'è molta curiosità di vedere come andrà. Tuttavia, non manca molto, perché ora torneremo a casa, qualche settimana e saremo di nuovo in pista. Oltre alla curiosità c'è anche tanta voglia e determinazione di fare bene. È tanto che la squadra ci sta lavorando, si sta impegnando e sta lavorando bene. Per noi sarà un momento importante per capire quale sarà il nostro vero valore".

"Ci sarà una grande discontinuità e la sentiranno anche i piloti che guideranno le auto".

"Dovranno adattarsi e non è detto che tutti lo faranno allo stesso modo. Forse si dovrà rivalutare il proprio stile di guida. Si tratta di vetture che assomiglieranno di più alla Formula 2. Quindi chi è stato forte in F2 lo sarà anche l'anno prossimo. Ma è tutto da vedere. Penso che dovremo anche aspettare le prime due o tre gare prima di poter dare un giudizio. Questo perché bisognerà dare tempo ai team e ai piloti di adattarsi alla guida, ai meccanismi, agli assetti, agli sviluppi e forse ci vorranno più GP prima di avere un quadro corretto".

Carlos Sainz riflette sul finale della prima stagione Ferrari; podio ad Abu Dhabi

Podio per Carlos Sainz, -qui- l'intervista!

Come funzionano gli pneumatici da corsa? Qual è la temperatura di esercizio? Consulta il nostro articolo!